NICKEL-TESTED

COSMETICI E MAKE-UP A PROVA DI ALLERGIE

Sentiamo sempre piรน spesso parlare di cosmetici nickel-tested e nickel free, ma cosa indicano queste diciture? In che modo possiamo fare scelte sempre piรน consapevoli nei nostri acquisti?

Facciamo un passo alla volta e capiamo insieme cosโ€™รจ il nichel e in che modo puรฒ essere presente nei cosmetici.

Cosmetici nickel-tested, cosa vuol dire

Per capire come vengono definiti i cosmetici nickel-tested, dobbiamo innanzi tutto capire cosโ€™รจ il nichel.

Il nichel รจ un metallo presente in natura, un importantissimo componente naturale delle piante, fondamentale per il loro metabolismo. Per questo รจ presente nel cibo che ingeriamo, in percentuali diverse a seconda del terreno su cui viene coltivato, e lo ritroviamo anche nel nostro corpo.

Per quanto riguarda i cosmetici, il Regolamento (CE) 1223/2009, entrato in vigore nel 2013, presenta la normativa europea che pone lโ€™obiettivo di garantire un piรน alto livello di tutela della sicurezza del consumatore. In base a questo regolamento, il nichel รจ un ingrediente vietato nella formulazione dei cosmetici.

Questo vuol dire che nessun cosmetico puรฒ avere tra i suoi ingredienti principali il nichel, ma essendo questo presente in natura puรฒ, per legge, essere contenuto solo in tracce (quindi in piccolissime percentuali) nei cosmetici.

Nickel-tested e nickel-free, cosa cambia

Cosa cambia allora tra cosmetici nickel-tested e cosmetici nickel-free?

Diciamo subito che la dicitura nickel-free รจ errata. Proprio perchรฉ il nichel รจ un elemento presente in natura, non รจ possibile eliminarlo al 100% dalle composizioni, cosmetiche e di qualsiasi altro tipo. Dire che un prodotto รจ nickel-free รจ quindi solo ed esclusivamente unโ€™azione di marketing, senza alcun fondamento scientifico.

Vengono invece definiti nickel-tested quei cosmetici che sono stati sottoposti a test specifici per determinare la percentuale di metallo presente nella composizione, e per questo vengono certificati nickel-tested. Nelle etichette di questi prodotti infatti, accanto alla certificazione, viene di solito riportato il valore di nichel riscontrato (ad esempio: 1 ppm, la sigla sta per 1 parte per milione, ovvero 1 mg/kg = 0,000001).

Percentuale di nichel per soggetti allergici

A livello europeo la soglia superiore di tracce di nichel che possano essere presenti nei cosmetici non รจ definita, ma per lโ€™Istituto Superiore di Sanitร  non deve superare le 10 parti per milione (ppm).

Il valore massimo di nichel contenuto nei cosmetici certificati nickel-tested รจ di 5 ppm.

In generale, per le persone particolarmente sensibili al nichel perรฒ, si consiglia lโ€™utilizzo di cosmetici con ppm < 1. Questo perchรฉ dai test svolti su pelle irritata di soggetti sensibilizzati, con test occlusivo di 48H, oltre il 90% dei soggetti non reagisce a concentrazioni inferiori a 1ppm (1 mg/kg = 0,000001), che puรฒ quindi essere definita una soglia ottimale per i soggetti allergici.

Nickel-tested, addio allergie

Grazie alla bassissima concentrazione di nichel presente in tutti i cosmetici e i prodotti per il make-up certificati nickel-tested, anche i soggetti piรน allergici possono non rinunciare alla propria routine di bellezza.

Circa il 20% della popolazione femminile infatti, e tra il 2% ed il 10% di quella maschile, manifesta una ipersensibilitร  al nichel. La sensibilizzazione avviene di solito nel tempo, a causa di contatto prolungato con oggetti che contengono elevate quantitร  di nichel, oppure (piรน raramente) per inalazione o ingestione tramite cibi o acqua.

Una volta sensibilizzati comunque, un successivo seppur lieve contatto con il metallo o con prodotti che lo contengono provoca una vera e propria reazione allergica, spesso sottoforma di rush cutaneo, con arrossamento, prurito e piccole bollicine localizzate.

Scegliendo cosmetici nickel-tested potrai seguire la tua beauty routine senza pensieri, da creme giorno a creme corpo, dai mascara ai lipstick.

Se vuoi scoprire tutti i prodotti nickel-tested, visita la nostra pagina dedicata.